Visita guidata e incontro con l’artista Massimo Poldelmengo

Venerdì 29 agosto 2014, alle ore 18.00, presso la Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan di Gradisca d’Isonzo (GO), si terrà la visita guidata alla mostra XVI e Impronta del XVI di Massimo Poldelmengo (8/8 – 14/9 2014). La breve esposizione, promossa e curata dalla Galleria Spazzapan e dall’Associazione Culturale “Venti d’arte”, rientra nella rassegna Il progetto e l’opera, una serie di manifestazioni volte ad avvicinare il pubblico all’arte contemporanea.
La visita, curata da Alice Collavin, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Venti d’arte” e della Cooperativa Arteventi, ripercorrerà la storia della realizzazione di XVI e Impronta del XVI, eseguite dall’artista nel 2012-13, nell’ambito della commissione di una scultura da porre nel vigneto di Ronco Pitotti, una tenuta sulle colline di Manzano, coltivata da Vignai da Duline (Federica Magrini e Lorenzo Mocchiutti). Le opere di Poldelmengo, sorte dal connubio fra ideazione artistica e produzione vitivinicola, si riallacciano simbolicamente alle origini della Galleria, nata alla metà degli anni Settanta del Novecento, per proseguire l’intensa attività espositiva condotta per oltre un decennio dall’Enoteca Regionale Permanente “La Serenissima”: un’intuizione di Bruno Patuna che unì la promozione del vino a quella degli artisti contemporanei.

L’ingresso è gratuito.


Per informazioni

0481 960816, galleria.spazzapan@gmail.com, http://www.galleriaspazzapan.it
339 2887440, venti.darte@libero.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com
0432 566056, arte20@conecta.it, http://www.arteventiudine.it


GALLERIA REGIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI SPAZZAPAN
, Via Marziano Ciotti, 51 _ Gradisca d’Isonzo (GO)
orari: martedì / sabato / domenica h 10.00 > 19.00 e mercoledì / giovedì / venerdì h 15.00 > 19.00

Annunci

Visita guidata e incontro con l’artista Roberto Kusterle

Sabato 24 maggio 2014, si terrà l’ultimo evento collaterale della manifestazione Kusterle. I segni della metembiosi / The Marks of Metembiosis: visita guidata di Alice Collavin, curatrice della mostra, arricchita dalla presenza dell’artista Roberto Kusterle.

Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”, via Marziano Ciotti n. 51, Gradisca d’Isonzo (GO)
24 maggio 2014, ore 16.00

Museo Civico del Territorio – Palazzo Locatelli, piazza XXIV Maggio n. 22, Cormòns (GO)
24 maggio 2014, ore 17.30

La partecipazione è gratuita

_______________________________________________________

La mostra è promossa e organizzata dall’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine, dal Comune di Cormòns e dalla Galleria d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo; con la collaborazione dell’Ufficio gestione faunistico-venatoria e risorse naturali della Provincia di Gorizia, del Museo Friulano di Storia Naturale di Udine, della Biblioteca Statale Isontina di Gorizia e del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.
La manifestazione inoltre ha ricevuto il sostegno e il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, delle Provincie di Udine e di Gorizia, del Comune di Gorizia, Udine, Gradisca d’Isonzo, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e dell’Università degli Studi di Udine.

GALLERIA REGIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA “LUIGI SPAZZAPAN”, via Marziano Ciotti, 51 _ Gradisca d’Isonzo (GO)
orari: martedì / sabato / domenica h 10.00 > 19.00 e mercoledì / giovedì / venerdì h 15.00 > 19.00

MUSEO CIVICO DEL TERROTORIO – PALAZZO LOCATELLI, piazza XXIV Maggio, 22 _ Cormòns (GO)
orari: giovedì / venerdì h 16.00 > 20.00 e sabato / domenica 10.30 > 12.30 / 16.00 > 20.00
ingresso gratuito

Info: 0481 960816 / 0481 637152 / 0481 637110 / 339 2887440
galleria.spazzapan@gmail.com, cultura@com-cormons.regione.fvg.it, venti.darte@libero.it
http://www.galleriaspazzapan.it, http://www.comune.cormons.go.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com

Visita guidata e incontro con l’artista Roberto Kusterle

Sabato 19 aprile 2014, si terrà il primo evento collaterale della manifestazione Kusterle. I segni della metembiosi / The Marks of Metembiosis: visita guidata di Laura Marchesan, curatrice della mostra, arricchita dalla presenza dell’artista Roberto Kusterle.

Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”, via Marziano Ciotti n. 51, Gradisca d’Isonzo (GO)
19 aprile 2014, ore 16.00

Museo Civico del Territorio – Palazzo Locatelli, piazza XXIV Maggio n. 22, Cormòns (GO)
19 aprile 2014, ore 17.30

La partecipazione è gratuita

_______________________________________________________

La mostra è promossa e organizzata dall’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine, dal Comune di Cormòns e dalla Galleria d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo; con la collaborazione dell’Ufficio gestione faunistico-venatoria e risorse naturali della Provincia di Gorizia, del Museo Friulano di Storia Naturale di Udine, della Biblioteca Statale Isontina di Gorizia e del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.
La manifestazione inoltre ha ricevuto il sostegno e il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, delle Provincie di Udine e di Gorizia, del Comune di Gorizia, Udine, Gradisca d’Isonzo, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e dell’Università degli Studi di Udine.

GALLERIA REGIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA “LUIGI SPAZZAPAN”, via Marziano Ciotti, 51 _ Gradisca d’Isonzo (GO)
orari: martedì / sabato / domenica h 10.00 > 19.00 e mercoledì / giovedì / venerdì h 15.00 > 19.00

MUSEO CIVICO DEL TERROTORIO – PALAZZO LOCATELLI, piazza XXIV Maggio, 22 _ Cormòns (GO)
orari: giovedì / venerdì h 16.00 > 20.00 e sabato / domenica 10.30 > 12.30 / 16.00 > 20.00
ingresso gratuito

Info: 0481 960816 / 0481 637152 / 0481 637110 / 339 2887440
galleria.spazzapan@gmail.com, cultura@com-cormons.regione.fvg.it, venti.darte@libero.it
www.galleriaspazzapan.it, www.comune.cormons.go.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com

Al Museo Civico del Territorio di Cormòns si inaugura la mostra “Kusterle. I segni della metembiosi”

Secondo appuntamento sabato 12 aprile al Museo Civico del Territorio di Cormòns con Roberto Kusterle e la mostra I segni della metembiosi, aperta fino al 1 giugno, in contemporanea alla sezione inaugurata lo scorso 5 aprile alla Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo.
Dopo il successo di pubblico della presentazione di Simone Furlani del corposo catalogo, avvenuta alla “Spazzapan”, vi è attesa per la vernice di sabato a Cormòns che, per numero e pregio di opere, fa il punto ad ampio raggio sull’attività dell’artista goriziano, considerato uno dei maggiori esponenti della fotografia contemporanea nazionale.
L’importante progetto di rete è stato realizzato grazie alla sinergia fra l’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine, il Comune di Cormòns, la Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo, in collaborazione con la Biblioteca Statale Isontina di Gorizia, l’Ufficio gestione faunistico-venatoria e risorse naturali della Provincia di Gorizia, il Museo Friulano di Storia Naturale di Udine e il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.
Hanno patrocinato l’evento la Regione Friuli Venezia Giulia, le Provincie di Gorizia e Udine, i Comuni di Gorizia, Udine e Gradisca d’Isonzo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e l’Università degli studi di Udine.
Per la prima volta nelle due sedi è esposto il ciclo completo delle opere realizzate dall’artista dal 2012 al 2013. Il focus della ricerca creativa è una metamorfosi, migrazione e trasmigrazione dall’uomo all’animale.
I soggetti delle fotografie infatti sono corpi lacerati, quasi sventrati che rivelano un intrico di fuscelli e sterpi. Una commistione di elementi che crea una sembianza finale di bestie impagliate.
In queste opere Roberto Kusterle prosegue la sua ricerca coerente, fantastica e raffinata e va oltre la realtà dei soggetti iniziali. La natura si concede dunque nella sua totalità primordiale. Mammiferi e uccelli chinandosi su un inerte e remissivo corpo umano, gli conferiscono una nuova vitalità.
I due percorsi espositivi, curati di Stefano Chiarandini, Presidente dell’Associazione Culturale “Venti d’arte”, Alice Collavin e Laura Marchesan, propongono stampe a pigmenti su carta cotone, di grande, medio e piccolo formato, da un minimo di 55×60 centimetri a esemplari di 142×150 centimetri.
Il catalogo che riassume le due esposizioni, in italiano e inglese, contiene saggi di Giuseppe O. Longo, professore emerito di Teoria dell’Informazione presso l’Università degli Studi di Trieste, Simone Furlani, docente di Filosofia presso le Università degli Studi Udine e Padova, Alessandro Minelli, docente di Zoologia all’Università degli Studi di Padova e Annalia Delneri, conservatore della Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”.
L’Associazione Culturale “Venti d’arte” e la Biblioteca Statale Isontina, inoltre, realizzeranno un documentario, curato dalla responsabile comunicazione della Bsi Margherita Reguitti e dal regista Ferruccio Goia, sul lavoro e la ricerca dell’artista.
Ricco il calendario di iniziative a corollario della mostra, nel quale spiccano visite guidate e un concerto del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.

Il vernissage di sabato 12 aprile p.v. è fissato alle 18.00. L’artista e le opere saranno presentati da Giuseppe O. Longo, Alessandro Minelli.

Info: 0481 960816 / 0481 637152 / 0481 637110 / 339 2887440
galleria.spazzapan@gmail.com, cultura@com-cormons.regione.fvg.it, venti.darte@libero.it
www.galleriaspazzapan.it, www.comune.cormons.go.it, www.associazioneventidarte.wordpress.com

 

Invito Kusterle Cormòns web

Si inaugura alla Spazzapan l’esposizione “Kusterle. I segni della metembiosi”

Si intitola Kusterle. I segni della metembiosi / The Marks of Metembiosis la mostra personale del fotografo Roberto Kusterle che sarà allestita alla Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”, Gradisca d’Isonzo (GO), dal 5 aprile al 1 giugno 2014 e nel Museo Civico del Territorio di Palazzo Locatelli, Cormòns, dal 12 aprile al 1 giugno 2014.
La personale fa il punto sull’attività dell’artista goriziano, considerato uno dei maggiori esponenti della fotografia contemporanea nazionale. Artefici del progetto di rete fra pubblico e privato a livello interprovinciale sono: l’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine, il Comune di Cormòns (GO), la Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo (GO), in collaborazione con la Biblioteca Statale Isontina di Gorizia, l’Ufficio gestione faunistico-venatoria e risorse naturali della Provincia di Gorizia, il Museo Friulano di Storia Naturale di Udine e il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.
Fanno parte, in qualità di patrocinatori della manifestazione la Regione Friuli Venezia Giulia, le Provincie di Gorizia e Udine, i Comuni di Gorizia, Udine e Gradisca d’Isonzo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, l’Università degli Studi di Udine.
Per la prima volta sarà esposto nella mostra, curata da Stefano Chiarandini, Alice Collavin e Laura Marchesan, il ciclo completo delle opere realizzate dall’artista nel 2012-2013. Focus della ricerca creativa una metamorfosi, migrazione e trasmigrazione dall’uomo all’animale.
Anteprima/appendice della più completa esposizione cormonese, l’iniziativa alla Spazzapan ha una sua specifica fisionomia e s’inserisce nella serie di rassegne “Il progetto e l’opera”, volte all’approfondimento della lettura dell’opera d’arte attraverso il racconto dell’artista stesso.
Le opere esposte alla Spazzapan appartengono al ciclo I segni della metembiosi (2012-2013) che si riallaccia e sviluppa le ipotesi, i pensieri e i ragionamenti dei precedenti lavori. Il rapporto tra la figura umana e il regno animale e vegetale viene indagato alla ricerca di una identità di fondo, metaforicamente individuata nelle radici.
Inserendo le radici sotto l’epidermide dell’uomo, come metafora della sua anatomia, si scopre la sua primigenia identità: la radice unisce l’uomo all’animale impagliato e questo prende vita, tanto da sembrare più vivo della figura stessa. Simbolicamente questo rappresenta il riconoscimento del principio naturale che unisce nel profondo gli esseri viventi, che siano piante, uomini o animali.
Le immagini cercano di afferrare un brandello di questo principio, ma resta sempre un margine di “non definizione” perché le figure si muovono in una dimensione ipnagogica, dove l’emozione del riconoscimento può essere razionalmente colta solo in alcune sfumature.

Vernissage: sabato 5 aprile, ore 18.00, Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”,  Gradisca d’Isonzo (GO), occasione nella quale il prof. Simone Furlani presenterà il catalogo.

Info: 0481 960816 / 339 2887440
galleria.spazzapan@gmail.com, venti.darte@libero.it
http://www.galleriaspazzapan.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

Incontro con l’artista e visita guidata alla mostra “POLDELMENGO l’opera del prima”

212L0492
Domenica 20 ottobre, alle ore 16, ad Aquileia, presso stalla Pasqualis (via Giulia Augusta), si terrà il penultimo evento collaterale alla mostra POLDELMENGO: l’opera del prima.
L’iniziativa prevede una visita guidata a cura di Alice Collavin, corredata da un dialogo/incontro con Massimo Poldelmengo, protagonista dell’esposizione.
La mostra, inaugurata lo scorso 22 settembre, è stata promossa e organizzata dal Comune di Aquileia, dalla Fondazione Aquileia e dall’Associazione Culturale “Venti d’arte”, con la collaborazione della Fondazione Musei Civici di Venezia, della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Armando Pizzinato”, della Fondazione “Ado Furlan” e della Fondazione Concordia 7.
L’iniziativa, inoltre, rientra nel fitto calendario di manifestazioni che Aquileia dedica all’anniversario dell’editto di Costantino del 313 d.C.

L’esposizione sarà visitabile fino al 27 ottobre, dal venerdì alla domenica, dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.

POLDELMENGO l’opera del prima
stalla Pasqualis
Via Giulia Augusta, Aquileia (UD)
22 settembre > 27 ottobre 2013

venerdì > domenica
h 9.30 > 13.00 / 15.30 >19.00

ingresso libero

Incontro con l’artista e visita guidata alla mostra “POLDELMENGO l’opera del prima”

Poldelmengo 1

Sabato 5 ottobre, alle ore 16, ad Aquileia, presso stalla Pasqualis (via Giulia Augusta), si terrà il secondo evento collaterale alla mostra POLDELMENGO: l’opera del prima.
L’iniziativa prevede una visita guidata a cura di Alice Collavin, corredata da un dialogo/incontro con Massimo Poldelmengo, protagonista dell’esposizione.
La mostra, inaugurata lo scorso 22 settembre, è stata promossa e organizzata dal Comune di Aquileia, dalla Fondazione Aquileia e dall’Associazione Culturale “Venti d’arte”, con la collaborazione della Fondazione Musei Civici di Venezia, della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Armando Pizzinato”, della Fondazione “Ado Furlan” e della Fondazione Concordia 7.
L’iniziativa, inoltre, rientra nel fitto calendario di manifestazioni che Aquileia dedica all’anniversario dell’editto di Costantino del 313 d.C.

Nato a Pordenone nel 1964, Massimo Poldelmengo si è affermato come artista poliedrico, pittore, scultore e fotografo professionista. Dopo un’iniziale attività espositiva nel triveneto, a partire dalla fine degli anni Ottanta, con la Galleria Bevilacqua la Masa di Venezia e successivamente con la Galleria “la roggia” di Pordenone, Poldelmengo ha valicato i confini nazionali, partecipando a numerosi appuntamenti internazionali.
Ha affiancato Davide Raffin, architetto pordenonese, nel progetto per il complesso della chiesa del Sacro Cuore di Gesù di Baragalla a Reggio Emilia, vincitore  del concorso bandito dalla CEI e nel 2009 ha vinto il premio “In Sesto. Scultura e installazione nello spazio urbano” di San Vito al Tagliamento, con Scala.
Il percorso espositivo si snoda lungo i due piani di stalla Pasqualis, secondo un ordinamento cronologico che, partendo da Pietra blu, legno, ferro, marmo (Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna Ca’ Pesaro) con la quale Poldelmengo partecipò ad Arteveneto 73° Mostra collettiva Bevilacqua La Masa di Venezia del 1989, giunge sino alle ultime produzioni dell’artista, eseguite appositamente per l’esposizione aquileiese.
L’esposizione comprende sia sculture e installazioni che esplicitano la capacità dell’autore di manipolare e plasmare diversi materiali (acciaio, ferro, vetro, pellicola fotografica, legno, neon, ecc.) sia opere su carta, dense annotazione grafiche sulla sequenza temporale che scandisce il processo creativo dell’artista, il suo concretizzarsi in materia e l’ostentazione nello spazio.
Il concetto del tempo, così come lo spazio, pervade tutta la produzione artistica di Poldelmengo.
Ad Aquileia sono state raggruppati anche alcuni lavori dove ricorrente è la rappresentazione del pesce,  ridotta a due linee curve speculari che si incrociano e carica di rimandi alla simbologia cristiana.

L’esposizione sarà visitabile fino al 27 ottobre, dal venerdì alla domenica, dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.

POLDELMENGO l’opera del prima
stalla Pasqualis
Via Giulia Augusta, Aquileia (UD)
22 settembre > 27 ottobre 2013

venerdì > domenica
h 9.30 > 13.00 / 15.30 >19.00

ingresso libero

Visita guidata alla mostra I PERSONAGGI DI ANZIL a cent’anni dalla sua nascita

La dr.ssa Alice Collavin, storico dell’arte e curatore della mostra, illustrerà le opere del grande maestro friulano, attraverso delle visite guidate.

DOMENICA 8 GENNAIO 2012
ORARI: ore 11 e 16
LUOGO: Chiesa di Santa Maria dei Battuti – Cividale del Friuli
La visita guidata sarà gratuita

I PERSONAGGI DI ANZIL a cent’anni dalla sua nascita

Chiesa di Santa Maria dei Battuti, Borgo di Ponte – Cividale del Friuli
10 dicembre 2011 / 15 gennaio 2012
Vernissage sabato 10 dicembre 2011, ore 17.00

Con la mostra I personaggi di Anzil a cent’anni dalla sua nascita, l’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine e il Comune di Cividale del Friuli rendono omaggio ad uno degli indiscussi protagonisti della pittura friulana del Novecento, Anzil G. Toffolo (Monaco di Baviera, 1911 – Tarcento 2000), di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita.
La rassegna, curata da Stefano Chiarandini, Alice Collavin e Elisa Volpetti gode del patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e della Provincia di Udine.
Fra le differenti tematiche in cui si suddivide l’opera di Anzil, quella dei “Personaggi”, cui è dedicata la presente esposizione, è senza dubbio una delle più rilevanti nella parabola artistica del pittore proprio per l’attenzione da lui costantemente riservata alla figura umana.
Come ha spiegato Gabriella Brussich nel 1987 (G. Brussich, in Anzil, catalogo della mostra, Pordenone, 1990, p. 54), i “Personaggi” dell’artista sono simboli, icone di una realtà universale, senza epoca, depositari di valori trasversali, validi in ogni tempo. Essi sono i famigliari di Anzil, il pittore stesso, gli amici di una vita, i popolani delle terre friulane, le vittime della guerra e dell’ingiustizia sociale; “Personaggi” sono anche le figure che popolano le illustrazioni degli episodi della Divina Commedia di Dante Alighieri. Si tratta, comunque, di fisionomie comuni, di uomini e donne semplici, perlopiù recuperati dalla realtà prossima al pittore che, trasposti nel campo figurativo del quadro, vengono investiti da un’aura di dignità eroica.
Il percorso della mostra si snoda lungo tre sezioni: la prima comprende una serie di ritratti, autoritratti e alcuni quadri degli Incontri (anni Settanta), mentre nella navata centrale della chiesa, fulcro dell’intera esposizione, sono esposti i dipinti capisaldi del Neorealismo, la stagione più feconda per Anzil. Concludono la mostra otto episodi illustrati della Divina Commedia, tratti dalla serie del Dante (1986-1988).
In mostra, inoltre, sarà proiettato un video-intervista di Tito Maniacco ad Anzil (inizio anni Novanta).
Le opere, fra cui diverse inedite, provengono dalla raccolta della figlia del pittore Luigina Toffolo e da altre importanti collezioni private.

Orari
da giovedì a domenica e festivi    10.00 –12.30 / 14.30 –18.00
1 gennaio 2012 14.30 – 18.00
Chiuso 25 dicembre 2011

Ingresso libero

Info
Ufficio Cultura: (+39) 0432 710350 – cultura@cividale.netwww.comune.cividale-del-friuli.ud.it
Venti d’arte 338 1091689 – venti.darte@libero.ithttps://associazioneventidarte.wordpress.com/