Concerto “TRADIZIONE E CONTEMPORANEITÀ” a cura del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine

Furendo Saxophone Quartet

EVENTO COLLATERALE
Vidoni. Tracce di esistenza

3 luglio 2015, ore 18.00
Museo Civico del Territorio, Palazzo Locatelli, Cormons (GO)

Venerdì 3 luglio 2015, alle ore 18.00, presso il Museo Civico del Territorio di Cormons (GO), si terrà il concerto Tradizione e contemporaneità che può considerarsi il finissage degli eventi collaterali organizzati per le due mostra isontine intitolate Vidoni. Tracce di esistenza. Tale evento nasce della proficua collaborazione instauratasi tra l’Associazione Culturale “Venti d’arte” e il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini”, nell’ottica di far convergere e convivere l’arte contemporanea con giovani e talentuosi musicisti del nostro territorio.
E così anche il titolo vuol far riflettere su alcuni aspetti della nuova musica, spesso volutamente rivolta alla tradizione sia pur esprimendosi con linguaggi del nostro tempo, come appunto vuole mostrare il programma proposto: dalle moderne e scandite dinamiche del russo Schenderiov, offerte, però, con le calde e “domestiche” sonorità della fisarmonica (una vera primizia della nuova cattedra di questo strumento recentemente istituita presso il Conservatorio udinese), passando per le “mitologiche” ambientazioni della sonata per violino solo del poliedrico compositore tedesco (ma italiano d’adozione) Henze, per finire al classico quartetto di sax, con composizioni di autori contemporanei scritte esclusivamente per questa formazione strumentale, cercando, quindi, di valorizzarne appieno le caratteristiche timbriche e le notevoli capacità espressive.

PROGRAMMA
Musiche di
George Schenderiov (1937 – 1984), Preludio e Toccata per fisarmonica
Hans Werner Henze (1926 – 2012), Sonata per violino solo – Tirsi, Mopso, Aristeo –
Franco Mannino (1924 – 2005), Meriggio
Matteo D’Amico (1955), Quis dabit capiti meo aquam
Vittorio Fellegara (1927 – 2011), Imaginary nocturne
Michael Nyman (1944), Songs for Tony

MARTINA SPOLLERO, fisarmonica
Dopo aver studiato con A. Valent e M. Pividori, è allieva del prof. A. Del Cont presso il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine, nella cattedra di Fisarmonica recentemente istituita. Pur essendo giovanissima, ha già vinto numerosi concorsi internazionali tra i quali quello rinomato di Erbezzo (VR) dove, oltre ad arrivare prima assoluta, le è stato assegnato anche il premio Gervasio Marcosignori alla migliore esecuzione. Ha già partecipato a numerosi concerti e recentemente ha suonato in Palazzo Torriani a Udine nell’ambito delle conferenze di storia dell’arte del FAI.

STEFANO CASCIOLI, violino
Studia violino e composizione presso il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine, rispettivamente con i prof. D. Mustea e M. Pagotto. Premiato in occasione di numerosi concorsi nazionali e internazionali, si è perfezionato con i maestri: A. Carcano, M. Gon, A. Ciccolini, P. Badura-Skoda e R. Levin per il pianoforte, H. Fister, M. Lot, G. Nadai, M. Belli per il violino, oltre ad E. Onofri ed E. Citterio, con i quali ha approfondito lo studio della prassi esecutiva storica.

FURENDO SAXOPHONE QUARTET: Mattia Tomat, sax soprano; Elias Faccio, sax contralto; Federica Agostini, sax tenore; Francesco Facca, sax baritono
Il Furendo Saxophone Quartet si forma nel 2013 all’interno della cattedra di Saxofono del prof. F. Paoletti presso il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine. Riunisce quattro studenti che hanno iniziato il loro percorso nelle rispettive realtà bandistiche (Artegna, Marano, Muris, San Vito al Tagliamento), per poi continuare lo studio dello strumento in Conservatorio. Come quartetto hanno seguito Masterclass con lo stesso F. Paoletti e con C. Delangle, il Riga Saxophone Quartet e A. Padilla. Singolarmente si sono perfezionati con i membri del Mac Saxophone Quartet, con A. Padilla, V.M. Martin Lopez, M. Gerboni e M. Mazzoni. Hanno tenuto numerosi concerti; recentemente a Roma, nella splendida cornice di Palazzo Sforza Cesarini.

Museo Civico del Territorio, Palazzo Locatelli
Via XXIV Maggio n. 22, Cormons (GO)

Ingresso: gratuito

Info
Comune di Cormons: (+39) 0481 637152 / 0481 637110, cultura@com-cormons.regione.fvg.it, www.comune.cormons.go.it
Associazione Culturale “Venti d’arte”: (+39) 339 2887440, info@ventidarte.it, www.ventidarte.it

Annunci

P come “pesce”: segni e simboli nell’arte tra antichità e contemporaneo

Nell’ambito dell’esposizione POLDELMENGO l’opera del prima, sono state realizzate alcune visite didattiche, espressamente dedicate a bambini in età scolare. L’iniziativa, che ha coinvolto circa cinquanta bambini della Scuola Primaria di Aquileia (classi VA / VB / IV A), è stata condotta seguendo una appropriata metodologia didattica. Attraverso la trasmissione di alcuni concetti, basilari per la comprensione del linguaggio dei segni e di alcune simbologie, spesso evocate da Poldelmengo, i bambini sono stati coinvolti e guidati all’osservazione diretta dei lavori dell’artista. Dalle opere su carta, alle sculture e alle istallazioni, con particolare attenzione per l‘eterogenea presenza dei materiali utilizzati e della rievocazione del simbolo del pesce. L’artista, presente in mostra, ha attivamente partecipato alla visita, rispondendo alle numerose domande che i bambini gli hanno rivolto. Il percorso si è concluso con un piccolo laboratorio creativo, al quale, ogni partecipante ha potuto realizzare un piccolo pesciolino portafortuna!

a cura di Rafaella Loffreda
Referente responsabile per la Didattica dell’Arte
Associazione Culturale “Venti d’arte”

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il tempo: una dimensione pervasiva

PesceLunedì 7 ottobre 2013, alle ore 17.30, presso la sala consiliare del Comune di Aquileia, nell’ambito degli eventi collaterali della manifestazione POLDELMENGO l’opera del prima, si terrà l’incontro Il tempo: una dimensione pervasiva.
Il convegno, promosso e organizzato dal Comune di Aquileia, dalla Fondazione Aquileia, dall’Associazione Culturale “Venti d’arte” e dell’Associazione Culturale “don Gilberto Pressacco”,  intende approfondire, con un approccio multidisciplinare, l’elusivo concetto di “tempo”, evidenziandone l’aspetto pervasivo sia nelle scienze esatte, sia in quelle umanistiche.
I saluti saranno portati dal Sindaco Alviano Scarel per il Comune di Aquileia e dal Prorettore Angelo Vianello per l’Università degli Studi di Udine. Il tema sarà introdotto dal giornalista Gianpaolo Carbonetto che modererà l’incontro. Leopoldo Benacchio (Osservatorio Astronomico di Padova),  con la relazione Vassene il tempo… oppure no?, analizzerà il concetto di “tempo” dal punto di vista della fisica e dell’astrofisica. A seguire Federico Vercellone (Università degli Studi di Torino) esaminerà il tema Tempo dell’arte, tempo della natura sotto l’aspetto estetico-filosofico. Infine Pierluigi Di Piazza (Centro di accoglienza “E. Balducci”, Zugliano) si soffermerà su Il tempo come possibilità di rendere umano questo mondo, in cui illustrerà l’importanza che riveste questa dimensione nella quotidianità dei rapporti umani.
Al termine dell’incontro sarà effettuata un’apertura straordinaria delle sale espositive di stalla Pasqualis (Aquileia) per poter permettere ai partecipanti del seminario di visitare la mostra personale di Massimo Poldelmengo.

 

POLDELMENGO l’opera del prima
stalla Pasqualis
Via Giulia Augusta, Aquileia (UD)
22 settembre > 27 ottobre 2013

venerdì > domenica
h 9.30 > 13.00 / 15.30 >19.00
ingresso libero

info: 339 2887440, ufficiostampa@fondazioneaquileia.it, venti.darte@libero.it

Renato Iacumin: tra Cristianesimo aquileiese e passione civile

Venerdì 27 settembre 2013 alle 16.00, presso la sala consiliare del Comune di Aquileia, si terrà un convegno su: Renato Iacumin: tra Cristianesimo aquileiese e passione civile.

Dopo il saluto del Sindaco di Aquileia e del Presidente dell’Associazione Culturale “don Gilberto Pressacco”, l’incontro sarà aperto da Angelo Vianello che descriverà il percorso intellettuale di Iacumin nell’interpretare la simbologia dei mosaici delle aule nord e sud della Basilica. Vi sarà poi una breve introduzione al convegno di Gianpaolo Gri, cui faranno seguito gli interventi di Ferruccio Tassin: Renato Iacumin storico delle lotte contadine nel Friuli orientale e di Flaviano Facchinetti: Renato Iacumin e il suo impegno di cristiano: il processo di formazione e di maturazione.

Il convegno è promosso e organizzato dal Comune di Aquileia, dalla Fondazione Aquileia, dall’Associazione Culturale “Venti d’arte”, dall’Associazione Culturale “don Gilberto Pressacco” e rientra all’interno degli eventi collaterali della manifestazione POLDELMENGO l’opera del prima.

Renato Iacumin