Laboratorio didattico realizzato nell’ambito della mostra TRASFORM-ARTI

Nell’ambito dell’esposizione dedicata a Luciano Lunazzi, l’Associazione Culturale “Venti d’arte” ha promosso due laboratori didattici ai quali hanno partecipato circa cinquanta bambini provenienti dalla Scuola Primaria “Fruch” e dell’Infanzia “Centazzo” di Udine. L’iniziativa si è potuta realizzare anche grazie alla collaborazione ed il sostegno dell’Associazione ALVEARE Onlus.

I piccoli visitatori hanno potuto interagire con le opere presenti alla mostra e direttamente con l’artista, presente per l’occasione.

Alla scoperta della creatività e seguendo consone modalità operative, i bambini, guidati da Rafaella Loffreda, esperta di didattica dell’arte e curatrice della rassegna, hanno osservato le opere e si sono cimentati in varie esperienze artistiche.

In generale, l’importanza dei laboratori creativi sta nella valorizzazione delle capacità sensoriali di ogni bambino.

Offrire ai bambini l’opportunità di liberare la propria emotività, attraverso attività artistiche e creative, significa certamente aiutarli a crescere!

http://circolo4.fruts.it/area-informativa/scuola-centazzo/trasform-arti

Annunci

TRASFORM-ARTI di Luciano Lunazzi

TRASFORM – ARTI

Luciano Lunazzi
a cura di Rafaella Loffreda 

2 – 11 dicembre 2011

Circolo Culturale e Ricreativo “Nuovi Orizzonti”
via Brescia 3 (Rizzi) – UDINE

Inaugurazione 2 dicembre 2011 ore 18.30

Orari apertura mostra: lun/ven 16.30-19.30 – sab/dom e festivi 10.30-12.30 / 16.30-19.30

Nell’ambito dell’evento “De Alchimia – il naturale artifizio delle trasformazionipromosso dal Circolo Culturale e Ricreativo “Nuovi Orizzonti”, l’Associazione Culturale “Venti d’arte”, presenta l’esposizione “TRASFORM-ARTI”, rassegna d’arte contemporanea dedicata all’artista Luciano Lunazzi.
Originario di Ovaro, viaggia in numerosi Paesi, sia in Europa che oltre oceano. Rientrato in Italia e stabilitosi a Udine, inizia a dedicarsi alla pittura. Il Suo è un linguaggio particolarmente originale, arricchito da un colorismo acceso e tecniche quali il collage materico e la pittura acrilica. L’opera dell’artista si caratterizza per l’utilizzo di materiali poveri e di riciclo, come il cartone, i dischi di vinile, i ritagli di giornale, che raccoglie prima che vengano definitivamente distrutti.
Certamente la Pop Art americana è stata per l’artista fonte di ispirazione ma, nel tempo, la sua espressione è divenuta sempre più personale e istintiva.
Segni tribali e decori tratti dall’arte africana emergono prepotentemente nelle opere di Lunazzi, creando suggestivi sfondi, spazi labirintici che esaltano, come nei “collage”, la presenza di numerose “icone” diffuse dai “media” e divenute metafora della contemporaneità ed espressione della società dei consumi. La sottile ironia con la quale l’artista affronta i temi del sociale, gli consente di giocare tra senso e non senso, tra dato reale e fantasiosa interpretazione, ricorrendo anche alla narrazione di ricordi ed esperienze di viaggio. Tra i soggetti prediletti vanno ricordati i bamboccioni, gli autobus, i cagnolini nervosi, i collage.

Visita scolastica

 

Una visita d’istruzione alla mostra “Venti d’arte in Friuli Venezia Giulia – Ieri ed oggi” è stata effettuata il 6 dicembre 2010 dalla sezione D della Scuola dell’Infanzia “Bruno Munari” di San Giovanni al Natisone.
L’artista Carlo Stragapede, con un approccio specifico, ma accattivante, ha illustrato le opere esposte in mostra, soffermandosi in particolar modo sull’uso delle tecniche utilizzate dagli artisti e sull’importanza che assume il colore nella rappresentazione pittorica.
I 17 bambini dell’età di cinque anni, accompagnati dal personale docente della Scuola, hanno seguito con molto interesse il percorso proposto, accompagnandolo con brevi e simpatici commenti, dimostrando così l’universalità del messaggio creativo.