Immagine

“Finissage” alla BSI, della prima mostra della manifestazione “Maurizio Frullani. Artisti e dintorni”

frullani finissage bsi1

Annunci

“Morus nigra”. Il gelso visto e fotografato da Roberto Kusterle


Riprese e montaggi effettuati dall’Università degli Studi di Udine

Aperture 25/16: presentazione del catalogo “Kusterle. Morus nigra”

L’albero del gelso, simbolo della cultura contadina friulana, è il protagonista del catalogo fotografico Morus nigra (Punto Marte Editore), dell’artista goriziano Roberto Kusterle, che sarà presentato all’Università degli Studi di Udinevenerdì 20 maggio, alle ore 17, nell’Auditorium di Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann, via Gemona 92, Udine.

L’incontro sarà introdotto dal Francesco Nazzi, delegato dell’Ateneo alla Cultura. Interverranno quindi Gian Paolo Gri, antropologo culturale, e Sabrina Zannier, critico e curatore d’arte contemporanea. Seguirà il dialogo con l’artista.

L’incontro, organizzato dall’Ateneo friulano in collaborazione con l’Associazione Culturale “Venti d’arte”, rientra nel ciclo Aperture. Idee, scienze e cultura, realizzato col sostegno della Fondazione CRUP e il supporto del Comune di Udine.

«Il catalogo dedicato al gelso – spiega Francesco Nazzi – sarà anche l’originale modo di Aperture, giunto al venticinquesimo appuntamento, per ricordare l’anniversario del terremoto, con un riferimento a un simbolo della cultura contadina friulana che, per molti, fu una delle vittime del sisma del 1976».

Alcune immagini delle opere riprodotte nel catalogo Kusterle. Morus nigra

Questo slideshow richiede JavaScript.

INIZIATIVE COLLEGATE: “Sogni, segni e saperi di Kusterle”

iniziative collegate+2.indd

Conversazione con Valentino Casolo, Mauro Pascolini e Ludovico Rebaudo a cura di Francesca Agostinelli.

Entrare nella Galleria Harry Bertoia, dove è allestita la mostra fotografica Kusterle. Il corpo eretico, è come varcare una soglia. Lasciato alle spalle il mondo reale, si entra in un mondo immaginario e mitologico, dove i confini tra i regni botanico, animale e minerale scolorano e il corpo dell’uomo diventa luogo di metamorfosi e trasfigurazioni ancor più affascinanti in quanto mai complete. Per questo al quinto incontro di approfondimento vede la presenza di tre docenti dell’Università degli Studi di Udine – Valentino Casolo, Mauro Pascolini e Ludovico Rebaudo – moderata da Francesca Agostinelli, che porteranno una loro personale chiave di lettura attraverso le discipline di cui sono esperti: Geobotanica, Geografia e Archeologia classica. Come hanno già fatto nei loro saggi presenti nel catalogo, approfondiranno in particolare alcuni cicli in mostra: Valentino Casolo, analizzerà le opere appartenenti a Mutazione silente attraverso una riflessione imperniata sul legame tra mutazione e adattamento all’ambiente; Mauro Pascolini illustrerà, come carte e mappe, il ciclo artistico intitolato Segni di pietra; Ludovico Rebaudo, con lo sguardo sensibile dell’archeologo, interpreterà i corpi giovani, belli e aggrediti dal mare al centro del lavoro Abissi e basse maree. La conversazione apre dunque nuovi scenari alle possibili e complesse ipotesi di lettura dell’opera spiazzante del fotografo goriziano, attraverso autori che, con diverso background culturale, si sono dedicati al suo lavoro.

KUSTERLE. Il corpo eretico / The Heretic Body

ORARI: da mercoledì a sabato dalle 15.30 alle 19.30; domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30.

INGRESSO: intero € 3,00, ridotto € 1,00.

PERCORSI ASSISTITI: a cura dell’Associazione Amici della Cultura (+39) 349 7908128

INFO
Comune di Pordenone: (+39) 0434 392916, attivitaculturali@comune.pordenone.it, http://www.comune.pordenone.it/galleriabertoia.
Associazione Culturale “Venti d’arte”: (+39) 339 2887440, venti.darte@libero.it, http://www.ventidarte.it

Ufficio stampa nazionale
Studio ESSECI – Sergio Campagnolo: (+39) 049 663499, gestione1@studioesseci.nethttp://www.studioesseci.net

Ufficio stampa Comune di Pordenone
Clelia Delponte: (+39) 0434 392924, eventi@comune.pordenone.it

INIZIATIVE COLLEGATE: “Gli spiazzamenti di Kusterle”

iniziative collegate+2.inddConversazione con Pier Aldo Rovatti a cura di Simone Furlani.

Proseguono gli incontri di approfondimento correlati alla mostra in corso alla Galleria Harry Bertoia di Pordenone “Kusterle, il corpo eretico”. Mercoledì 17 giugno, alle 18.00, la conversazione – moderata da Simone Furlani, ricercatore all’Università di Padova e docente all’Università di Udine – sarà condotta da Pier Aldo Rovatti docente di Storia della filosofia contemporanea all’Università di Trieste, editorialista e teorico del pensiero debole. Lo studioso, autore anche di un contributo del catalogo, analizzerà lo spiazzamento che le opere di Kusterle producono nell’osservatore. «Il primo gesto – afferma – dovrebbe essere quello di riuscire a praticare una pausa e di sostare in essa. Un inabituale esercizio del silenzio. Le foto di Kusterle chiedono a noi una battuta di arresto, ed è così che aprono la strada a ciò che chiamo un abitare la distanza. Spiazzamento e distanziamento, ecco per me le parole chiave che ci permettono di avvicinarci a tutte le altre: corpo, animale, natura. Un filtro per arrivare al fondo paradossale della realtà, che ci permetta di percepire che la realtà che supponiamo liscia e ben contornata, lì alla mano con i suoi codici di ragionevolezza condivisa già stabiliti, non è affatto liscia, ma screpolata e instabile, non è lì a portata di mano, possedibile e padroneggiabile a piacimento, al contrario è sfuggente, lontana e perfino arcana. Se sembra immobile e bloccata, di fatto si muove, si trasforma, si ibrida di continuo in un movimento d’intrecci che paiono sogni, erranze dell’immaginazione, mentre rappresentano fatti realissimi. La capacità magistrale di Kusterle sta in questo effetto di capovolgimento del nostro principio di realtà». Con il suo lavoro Kusterle smonta i cliché mentali e culturali che ci portano sempre a ragionare per opposti (vicino/lontano, dentro/fuori, corpo/anima, fissità/movimento, ma anche uomo/animale, donna/uomo, e perfino vita/morte), trasportandoci in un altrove di corpi, volti e teste, solo rivestiti di fioriture arborescenti, striature come tatuate, innesti innaturali con pezzi di animale impagliato, e molte altre declinazioni paradossali.

KUSTERLE. Il corpo eretico / The Heretic Body

ORARI: da mercoledì a sabato dalle 15.30 alle 19.30; domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30.

INGRESSO: intero € 3,00, ridotto € 1,00.

PERCORSI ASSISTITI: a cura dell’Associazione Amici della Cultura (+39) 349 7908128

INFO
Comune di Pordenone: (+39) 0434 392916, attivitaculturali@comune.pordenone.it, http://www.comune.pordenone.it/galleriabertoia.
Associazione Culturale “Venti d’arte”: (+39) 339 2887440, venti.darte@libero.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com

Ufficio stampa nazionale
Studio ESSECI – Sergio Campagnolo: (+39) 049 663499, gestione1@studioesseci.net http://www.studioesseci.net

Ufficio stampa Comune di Pordenone
Clelia Delponte: (+39) 0434 392924, eventi@comune.pordenone.it

INIZIATIVE COLLEGATE: “Dalla pittura alla fotografia: l’itinerario creativo di Kusterle”

iniziative collegate+2.inddRientra negli incontri ravvicinati con la fotografia di Kusterle l’appuntamento di martedì 28 aprile, (alle ore 18) all’interno della mostra antologica dedicata al fotografo goriziano.
Insieme all’artista i due curatori, Francesca Agostinelli e Angelo Bertani, ripercorreranno gli esordi e quelle esperienze artistiche del fotografo che precedono la fotografia, ma che si riversano nel suo attuale lavoro fotografico motivandone esiti e risultati.
Circondato dalle sue opere fotografiche, Kusterle racconterà le sue origini artistiche, le problematiche dell’essere “artista di confine”, la difficoltà e la libertà insieme di non avere maestri ne’scuole, ma di dover quotidianamente cercare la strada della propria identità artistica fuori dai tracciati e dagli insegnamenti.
Dirà dei suoi importanti viaggi di formazione a contatto con civiltà e mondi naturali differenti che lo aiutarono a guardare il mondo con occhio disincantato e anticonvenzionale. Parlerà del suo essere inizialmente pittore legato alle possibilità espressive della materia, quindi scultore dal forte piglio installativo, sensibile a un territorio considerato serbatoio di materiali e significati oltre l’immaginazione.
Racconterà esperienze e passaggi del suo divenire artista, dell’interferire dei linguaggi sino alla scelta definitiva, quella della fotografia, maturata tra esperienze di forza e complessità tale che ancora si leggono nei suoi più attuali lavori.
L’incontro è parte di una serie di conversazioni programmate a latere dell’esposizione Kusterle. Il corpo eretico. L’appuntamento è a Pordenone all’interno della Galleria Harry Bertoia, sede dell’esposizione, in Via Vittorio Emanuele II, alle ore 18.
Nell’occasione si potrà visitare l’esposizione a contatto diretto con l’autore e i curatori.

KUSTERLE. Il corpo eretico / The Heretic Body

PROMOSSO
Comune di Pordenone. Assessorato alla Cultura

IN COLLABORAZIONE
Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine

CON IL PATROCINIO
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Università degli Studi di Udine, Accademia di Belle Arti di Venezia

CON IL SOSTEGNO
FriulAdria Crédit Agricole, Coop Consumatori Nordest

ORARI: da mercoledì a sabato dalle 15.30 alle 19.30; domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30.

INGRESSO: intero € 3,00, ridotto € 1,00.

PERCORSI ASSISTITI: a cura dell’Associazione Amici della Cultura (+39) 349 7908128

INFO
Comune di Pordenone: (+39) 0434 392916, attivitaculturali@comune.pordenone.it, http://www.comune.pordenone.it/galleriabertoia.
Associazione Culturale “Venti d’arte”: (+39) 339 2887440, venti.darte@libero.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com

Ufficio stampa nazionale
Studio ESSECI – Sergio Campagnolo: (+39) 049 663499, gestione1@studioesseci.net http://www.studioesseci.net

Ufficio stampa Comune di Pordenone
Clelia Delponte: (+39) 0434 392924, eventi@comune.pordenone.it

Inaugurazione mostra “Kusterle. Il corpo eretico”

Una piccola anteprima delle opere che saranno esposte nella mostra “Kusterle. Il corpo eretico / The Heretic Body “

Questo slideshow richiede JavaScript.

Kusterle. Il corpo eretico / The Heretic Body

Kust

Sabato 18 aprile 2015, alle ore 18.00, sarà inaugurata nelle sale della Galleria Harry Bertoia, in Corso Vittorio Emanuele II n. 60, a Pordenone (PN), la mostra antologica del fotografo Roberto Kusterle.
L’esposizione, a cura di Francesca Agostinelli e Angelo Bertani, è promossa e organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pordenone, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine.
L’evento è patrocinato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dalla Provincia di Pordenone, dall’Università degli Studi di Udine e dall’Accademia di Belle Arti di Venezia. Gode del sostegno di FriulAdria Crédit Agricole e di Coop Consumatori Nordest.
Si tratta della prima esposizione di carattere antologico dell’artista goriziano, che presenta un suo articolato percorso, teso ad argomentare il rapporto dell’uomo con la natura, la psiche e l’anima, attraversando territori universali e senza tempo, ma quanto mai attuali per le dinamiche e le trasformazioni profonde cui la contemporaneità le costringe.

Orari
Da mercoledì a sabato: 15.30 – 19.30; domenica: 10.00 – 13.00 e 15.30 – 19.30; lunedì e martedì chiuso.

Ingresso
Intero € 3,00, ridotto € 1,00.

Percorsi assistiti
A cura dell’Associazione Amici della Cultura: info (+39) 349 7908128.

Info
Comune di Pordenone: (+39) 0434 392916, attivitaculturali@comune.pordenone.it, http://www.comune.pordenone.it/galleriabertoia
Associazione Culturale “Venti d’arte”: (+39) 339 2887440, venti.darte@libero.it, http://www.associazioneventidarte.wordpress.com
http://www.robertokusterle.it

Ufficio stampa nazionale
Studio ESSECI – Sergio Campagnolo: (+39) 049 663499, gestione1@studioesseci.net www.studioesseci.net

Ufficio stampa Comune di Pordenone
Clelia Delponte: (+39) 0434 392924, eventi@comune.pordenone.it