Presentazione del catalogo “Kusterle. Morus nigra”

Il gelso visto e fotografato da Roberto Kusterle
25° appuntamento della rassegna culturale “Aperture”, dell’Università degli Studi di Udine

L’albero del gelso, simbolo della cultura contadina friulana, è il protagonista del catalogo fotografico Kusterle. Morus nigra (Punto Marte Editore), dell’artista goriziano, che è stato presentato all’Università di Udine venerdì 20 maggio, alle 17, nell’auditorium di Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann (via Gemona 92, Udine).
L’incontro è stato introdotto da Francesco Nazzi, delegato dell’Ateneo friulano alla cultura.
I relatori sono stati Gian Paolo Gri (Antropologo culturale) e Sabrina Zannier (critico e curatore d’arte contemporanea). A seguire un’interessante dialogo con l’artista.
L’incontro, organizzato dall’Università degli Studi di Udine in collaborazione con l’Associazione Culturale “Venti d’arte”, rientra nel ciclo “Aperture. Idee, scienze e cultura” realizzato col sostegno della Fondazione Crup e il supporto del Comune di Udine.
«Il catalogo dedicato al gelso – spiega Nazzi – sarà anche l’originale modo di Aperture, giunto al venticinquesimo appuntamento, per ricordare l’anniversario del terremoto, con un riferimento a un simbolo della cultura contadina friulana che, per molti, fu una delle vittime del sisma del 1976».

Alcune immagini delle opere riprodotte nel catalogo Kusterle. Morus nigra

Questo slideshow richiede JavaScript.