Omaggio a Maurizio Frullani, da parte del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine

Sabato 20 maggio, alle 18.30, a Cormons (GO), presso il Museo Civico del Territorio “Alessandro Pesaola” il concerto “Nuove musiche per tempi nuovi”, a cura del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.

invito cormons_concerto

Annunci

Oggi e domani, nel goriziano, s’inaugurano due corpose mostre, relative al progetto “Maurizio Frullani. Artisti e dintorni”

Fino al 25 giugno, alla Galleria Regionale di Arte Contemporanea Luigi Spazzapan a Gradisca d’Isonzo (GO) e al Museo Civico del Territorio “Alessandro Pesaola” a Cormons (GO), altre due interessanti esposizioni, in cui si potranno ammirare oltre 70 scatti del fotografo isontino, di artisti del Friuli Venezia Giulia e della Slovenia.

…………………………………………………………………………

 

invito spazzapan def

…………………………………………………………………………

 

Invito elettronico Cormons

Vidoni. Tracce di esistenza

Museo Civico del Territorio di Cormons
22 maggio – 5 luglio 2015

_____________________________

Galleria d’Arte “Mario Di Iorio”
Biblioteca Statale Isontina, Gorizia
5 – 27 giugno 2015

Concerto “TRACCE DI… ESPAÑA” a cura dell’Associazione Musicale Sergio Gaggia

Joaquin e Andrea

EVENTO COLLATERALE
Vidoni. Tracce di esistenza

21 giugno 2015, ore 18.00
Museo Civico del Territorio, Palazzo Locatelli, Cormons (GO)

Domenica 21 giugno 2015, alle ore 18.00, presso il Museo Civico del Territorio di Cormons (GO), si terrà un evento musicale dal titolo Tracce di … España che è il primo degli appuntamenti collaterali della mostra Vidoni. Tracce di esistenza. Il concerto nasce della proficua collaborazione instauratasi tra l’Associazione Culturale “Venti d’arte” e l’Associazione Musicale Sergio Gaggia, nell’ottica di far convergere e convivere l’arte contemporanea e la musica, in un reciproco interscambio ed arricchimento sensoriale.
Avrà il tocco inconfondibile dell’interpretazione DOC, grazie alla presenza del violinista murciano Joaquin Palomares, il prezioso programma tutto spagnolo della serata, formato dalle sonate e altre composizioni per violino e pianoforte di celebri autori, universalmente conosciuti per alcune loro popolarissime pagine per orchestra, come Joaquin Rodrigo, con il Concerto di Aranjuez o Manuel de Falla, con i quadri musicali del balletto El amor brujo.
Joaquin Palomares sta facendo conoscere questo repertorio, non certo molto frequentato, in tutta Europa: lo descrive come aspro e sanguigno, non a caso innervato profondamente dalla musica popolare e religiosa iberica, in cui spesso tuttavia emerge, con colori inaspettati, l’importante influenza della vicina scuola francese. L’archetto iberico sarà coadiuvato al pianoforte dal pianista cividalese Andrea Rucli.

PROGRAMMA
Musiche di
Joaquín Turina (1882 – 1949), Sonata n. 1 en Re, Opus 51
Manuel de Falla (1876 – 1946), 6 canciones populares espanolas
Joaquín Rodrigo (1901 – 1999), Sonata pimpante
Pablo de Sarasate (1844 – 1908), Romanza Andaluza, Jota Navarra

Joaquin Palomares, violino
Vincitore del 1° premio nei principali concorsi spagnoli e laureato in molte Kermesse internazionali, è considerato dalla critica uno dei migliori violinisti spagnoli di tutti i tempi. Dopo gli studi di violino e musica da camera ai Conservatori di Valencia e Bruxelles, ha completato la sua formazione con famosi concertisti, con la quale ha sviluppato un personalissimo stile violinistico sempre al servizio della musica.

Andrea Rucli, pianoforte
Tra i pianisti più attivi della nostra regione, ha collaborato con rinomati musicisti di tutta Europa. È stato invitato per due volte ai Concerti del Quirinale, con produzioni dell’Associazione Musicale Sergio Gaggia, trasmessi in diretta nel terzo canale radiofonico RAI. Insegna nel Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.

Attiva da oltre dieci anni, l’Associazione Musicale Sergio Gaggia è l’unico sodalizio in regione che può vantare una doppia partecipazione ai Concerti del Quirinale (2010 e 2013), in diretta sulla terza rete radiofonica RAI e in EuroRadio; alcune sue produzioni hanno toccato quattro continenti, partecipando ad alcuni dei più importanti Festival cameristici europei, come il Pablo Casals di Prades e il Chamber Music Festival di Kuhmo. Tra queste, un posto di rilievo spetta alla Pantomima Rinata, ricostruzione scenico-musicale di un brano mozartiano (kv 446) giunto a noi fortemente incompleto, con testi appositamente scritti da Quirino Principe e la clamorosa riscoperta della compositrice ed etnomusicologa Ella von Schoultz Adaiewsky. Ampi spazi sono stati più volte dedicati ai suoi progetti da Radio3 Suite e dai mensili musicali Amadeus e Musica. EnoArmonie, un format con il copyright dell’Associazione Musicale Sergio Gaggia, che ha avuto numerose imitazioni e variazioni sul tema in tutta Italia.

Museo Civico del Territorio, Palazzo Locatelli
Via XXIV Maggio n. 22, Cormòns (GO)

Ingresso: biglietto intero € 10; biglietto ridotto € 5 ai soci dell’Associazione Musicale Sergio Gaggia e dell’Associazione Culturale “Venti d’arte”

Info
Comune di Cormons: (+39) 0481 637152 / 0481 637110 / 339 2887440, cultura@com-cormons.regione.fvg.it, http://www.comune.cormons.go.it
Associazione Culturale “Venti d’arte”: (+39) 339 2887440, info@ventidarte.it, www.ventidarte.it
Associazione Musicale Sergio Gaggia: http://www.sergiogaggia.com

Si inaugura, al Museo Civico del Territorio di Cormons, la mostra “Vidoni. Tracce di esistenza”

VERNISSAGE: venerdì 22 maggio 2015, ore 18.00

Locandina Vidoni Cormons_Gorizia

Prossimamente al Museo Civico del Territorio di Cormons (GO)

Vidoni. Tracce di esistenza_Pagina_1

Al Museo Civico del Territorio di Cormòns si inaugura la mostra “Kusterle. I segni della metembiosi”

Secondo appuntamento sabato 12 aprile al Museo Civico del Territorio di Cormòns con Roberto Kusterle e la mostra I segni della metembiosi, aperta fino al 1 giugno, in contemporanea alla sezione inaugurata lo scorso 5 aprile alla Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo.
Dopo il successo di pubblico della presentazione di Simone Furlani del corposo catalogo, avvenuta alla “Spazzapan”, vi è attesa per la vernice di sabato a Cormòns che, per numero e pregio di opere, fa il punto ad ampio raggio sull’attività dell’artista goriziano, considerato uno dei maggiori esponenti della fotografia contemporanea nazionale.
L’importante progetto di rete è stato realizzato grazie alla sinergia fra l’Associazione Culturale “Venti d’arte” di Udine, il Comune di Cormòns, la Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan” di Gradisca d’Isonzo, in collaborazione con la Biblioteca Statale Isontina di Gorizia, l’Ufficio gestione faunistico-venatoria e risorse naturali della Provincia di Gorizia, il Museo Friulano di Storia Naturale di Udine e il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.
Hanno patrocinato l’evento la Regione Friuli Venezia Giulia, le Provincie di Gorizia e Udine, i Comuni di Gorizia, Udine e Gradisca d’Isonzo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e l’Università degli studi di Udine.
Per la prima volta nelle due sedi è esposto il ciclo completo delle opere realizzate dall’artista dal 2012 al 2013. Il focus della ricerca creativa è una metamorfosi, migrazione e trasmigrazione dall’uomo all’animale.
I soggetti delle fotografie infatti sono corpi lacerati, quasi sventrati che rivelano un intrico di fuscelli e sterpi. Una commistione di elementi che crea una sembianza finale di bestie impagliate.
In queste opere Roberto Kusterle prosegue la sua ricerca coerente, fantastica e raffinata e va oltre la realtà dei soggetti iniziali. La natura si concede dunque nella sua totalità primordiale. Mammiferi e uccelli chinandosi su un inerte e remissivo corpo umano, gli conferiscono una nuova vitalità.
I due percorsi espositivi, curati di Stefano Chiarandini, Presidente dell’Associazione Culturale “Venti d’arte”, Alice Collavin e Laura Marchesan, propongono stampe a pigmenti su carta cotone, di grande, medio e piccolo formato, da un minimo di 55×60 centimetri a esemplari di 142×150 centimetri.
Il catalogo che riassume le due esposizioni, in italiano e inglese, contiene saggi di Giuseppe O. Longo, professore emerito di Teoria dell’Informazione presso l’Università degli Studi di Trieste, Simone Furlani, docente di Filosofia presso le Università degli Studi Udine e Padova, Alessandro Minelli, docente di Zoologia all’Università degli Studi di Padova e Annalia Delneri, conservatore della Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”.
L’Associazione Culturale “Venti d’arte” e la Biblioteca Statale Isontina, inoltre, realizzeranno un documentario, curato dalla responsabile comunicazione della Bsi Margherita Reguitti e dal regista Ferruccio Goia, sul lavoro e la ricerca dell’artista.
Ricco il calendario di iniziative a corollario della mostra, nel quale spiccano visite guidate e un concerto del Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine.

Il vernissage di sabato 12 aprile p.v. è fissato alle 18.00. L’artista e le opere saranno presentati da Giuseppe O. Longo, Alessandro Minelli.

Info: 0481 960816 / 0481 637152 / 0481 637110 / 339 2887440
galleria.spazzapan@gmail.com, cultura@com-cormons.regione.fvg.it, venti.darte@libero.it
www.galleriaspazzapan.it, www.comune.cormons.go.it, www.associazioneventidarte.wordpress.com

 

Invito Kusterle Cormòns web

Kusterle. I segni della metembiosi / The Marks of Metembiosis

Web Kusterle

Kusterle. I segni della metembiosi / The Marks of Metembiosis

La manifestazione si terrà congiuntamente in due dei principali musei del territorio isontino: dal 5 aprile al 1 giugno 2014 presso la Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”, Gradisca d’Isonzo e dal 12 aprile al 1 giugno 2014 al Museo Civico del Territorio, presso Palazzo Locatelli a Cormòns.

kusterle COP normale-ok.indd

Per maggiori info: http://www.robertokusterle.it/